Open/Close Menu
XIII edizione del festival Roma - Ognuno ma proprio ognuno è il centro del mondo
Marcello Fois

Serata: Dialoghi

Marcello Fois

nasce a Nuoro nel 1960.

Conclusi gli studi in Italianistica all’Università di Bologna, nel 1992 pubblica Ferro recente, con cui vince il Premio Italo Calvino. Nel 1995 pubblica Picta e nel 1998 Sempre caro (Premio Scerbanenco-Noir in festival e Premio Zerilli-Marimò/ City of Rome), primo romanzo di una trilogia che comprende Sangue dal cielo (1999) e L’altro mondo (2002): così come gli altri lavori, anche questi testimoniano l’aderenza al genere noir, spesso inserito nel contesto regionale dell’autore, quello sardo.

Seguono poi numerose altre pubblicazioni, tra cui Dura madre (2001), Piccole storie nere (2002), Memoria del vuoto (premio Super Grinzane Cavour 2007, premio Volponi 2007 e premio Alassio 2007), Nel tempo di mezzo (2012), con cui è stato finalista al Premio Campiello e al Premio Strega.

Nel 2006 ha pubblicato la raccolta di poesie L’ultima volta che sono rinato, mentre nel 2005 e nel 2008 ha scritto due racconti per le antologie di Einaudi Crimini, Crimini italiani e L’altro mondo (2011).

Nel 2008 pubblica per Laterza In Sardegna non c’è il mare che è un testo a cavallo tra il saggio, l’autobiografia e il manifesto, in cui Marcello Fois si racconta e racconta la sua Sardegna (lontana da ogni stereotipo), i profumi, la luce, il pregiudizio della “sarditudine”.

Del 2014 è la cura del volume antologico Sei per la Sardegna, contributo in favore degli alluvionati sardi che, oltre al suo, raccoglie scritti di Francesco Abate, Alessandro De Roma, Salvatore Mannuzzu, Michela Murgia e Paola Soriga. È inoltre fra gli autori di Scena padre (Einaudi 2013) e ha curato l’antologia Undici per la Liguria (Einaudi, 2015).

Cofondatore del Festival letterario di Gavoi, Marcello Fois è anche sceneggiatore (televisivo, cinematografico e teatrale) e ha lavorato alle serie televisive Distretto di polizia e Crimini, e ad alcuni film, tra cui, Ilaria Alpi. Il più crudele dei giorni (2003) per la regia di Ferdinando Vicentini Orgnani, Certi bambini (regia di Andrea e Antonio Frazzi tratto dall’omonimo romanzo di Diego De Silva, 2003) e L’ultima frontiera (2006) per la regia di Franco Bernini.

Nel 2015 Einaudi ha ristampato L’importanza dei luoghi comuni, un libro del 2013 definito da La Repubblica “un dramma familiare senza via d’uscita, in cui nulla è come sembra”; un testo pieno d’intelligenza e di sentimento, che si interroga a ogni frase, a ogni colpo di scena, sull’onestà e sul segreto, sulle omissioni e le bugie: le armi a doppio taglio che possono tenere insieme una famiglia, o disperderla per sempre.

Di prossima pubblicazione per Einaudi è Luce perfetta.

Bibliografia

Ferro Recente, Metrolibri, 1992

Meglio morti, Granata, 1994

Picta, Marcos y Marcos, 1995

Sheol, Hobby & work, 1997

Sempre caro, Il Maestrale, 1998

Sangue dal cielo, Frassinelli, 1999

Gap, Frassinelli, 1999

Dura madre, Einaudi, 2001

L’altro mondo, Il Maestrale, 2002

Piccole storie nere, Einaudi, 2002

L’ultima volta che sono rinato, Einaudi, 2006

Memoria del vuoto, Einaudi, 2007

In Sardegna non c’è il mare: viaggio nello specifico barbaricino, Laterza, 2008

Stirpe, Einaudi, 2009

Nel tempo di mezzo, Einaudi, 2012

L’importanza dei luoghi comuni, Einaudi, 2013

Luce perfetta, Einaudi, 2015 (in uscita a inizio giugno)

© 2015 LETTERATURE.Festival Internazionale di Roma
Top